Non vedevo l’ora di vederlo, in sé mi è piaciuto molto, ma il finale l’ho trovato alquanto banale, o per lo meno a tre quarti d’ora dalla fine del film si capiva già più o meno come sarebbe finito.
Dico anche che l’anno in cui secondo me Di Caprio doveva vincere l’Oscar, l’ha vinto Matthew McConaughey, e quando secondo me doveva vincerlo Eddie l’ha vinto Leonardo.
Torniamo a bomba sul film.
The Danish Girl è un film del 2015, opera del regista Tom Hooper (Les Misèrables), che ha deciso di mettere sullo schermo il libro omonimo (la Danese) di David Ebershoff.
Il libro non è proprio una storia inventata, ma ben si prende ispirazione dalle vite di pittori danesi Lili Elbe e Gerda Wegener.
Il film è stato presentato alla Mostra di Venezia il 5 settembre del 2015.
Siamo a Copenaghen, all’incirca negli anni ’20, dove troviamo due giovani sposini, Gerda e Einar, entrambi aspiranti pittori, lei ritrattista, lui paesaggista.
Nella loro vita, manca la presenza di un bambino che nonostante li numerosi tentativi, stenta a venire al mondo.
Un giorno Gerda, in mancanza della sua modella, chiede al marito di travestirsi da donna ed aiutarla a finire il ritratto.
In quel momento in Einar scatta qualcosa, quello che sembrava essere solo un giorco, fa sì che l’alter ego creato ad hoc per il dipinto, di nome Lili Elbe, si impossessi di Einer.
Durante una festa, in cui Einer, si presenta vestito da donna, viene sedotto da un ragazzo, dichiaratamente omosessuale, che nonostante sappia che sotto i vestiti femminile si trovi un uomo, decide di baciarlo.
Questo fatto, fa sì che Einer, prenda piano piano coscienza, che quello di uomo non è il suo vero corpo, e l’alter ego femminile Lili, prende pieno possesso del suo corpo.
Il matrimonio con Gerda inizia a naufragare, ma l’amore tra i duo ridotto a una grande e intensa amicizia sembra non annullarsi mai.
Einer, cerca qualsiasi modo per poter guarire e tornare l’uomo di prima, anche con delle sedute di elettro shock, fino alla decisione finale, ovvero di trasformarsi in tutto e per tutto in Lili.
Inizia così il suo processo di trasformazione chirurgica per poter diventare donna, accompagnata in questo percorso da quella che prima era sua moglie ed ora è la sua migliore amica, Gerde.
Il film ha registrato molteplici candidature tra Oscar e Golden Globe, che hanno visto vincitrice Alicia Vikander (Gerde) come miglior attrice non protagonista, durante la premiazione degli Oscar a Los Angeles.

Annunci

3 pensieri su “THE DANISH GIRL-TOM HOOPER

      1. Sono convinto che lo adorerai anche tu, e non vedo l’ora di sapere cosa ne pensi. Ti ringrazio per l’educazione che dimostri nel rispondere sempre ai miei commenti. A presto! 🙂

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...