Le notizie su Michelino Mulinari da Besozzo ci indicano che possa essere nato intorno al 1370.

Nel 1394 il pittore si firmava “Michelino de Bexutio” nella perduta ancona di Santa Mustiola di Pavia e piu’ tardi, col crescere della fama, semplicemente “Michelinus” nello “Sposalizio di Santa Caterina” nella Pinacoteca di Siena.

Michelino e’ ricordato per la prima volta a Pavia nel 1388 per aver affrescato insieme a un Maestro Ambrogio alcune “Storie di Sant’ Agostino” in un chiostro di San Pietro in Cielo d’Oro, ed inoltre ha dipinto (sempre a Pavia) un polittico lombardo per la cappella di San Nicolo’ da Tolentino della Chiesa di Santa Mustiola.

Nel 1404, e’ ricordato, come sommo pittore e maestro come dagli annali del Duomo, nei quali risulta in seguito la sua multiforme attivita’, fra le altre, di frescante, di decoratore e di maestro di vetrate.

Nel 1410 Michelino e’ a Venezia, dove Alcherio (raccoglitore di di ricette di pittura) ricevere dal pittore l’ordine di preparare in segreto il colore “azzurro oltremarino”.

200px-Michelino_librodore2 240px-IMG_6116_-_MI_-_Sant'Eustorgio_-_Michelino_da_Besozzo,_Evangelista_Matteo_e_santi_-1440-_-_Foto_Giovanni_Dall'Orto_-_1-Mar-2007images-1 images

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...