L’8 dicembre del 2000, un uomo, entra in una moschea a Jarafa (Sudan) e con un Kalashnikov uccide 22 persone, e ferendone piu’ di 30.

Il nome dell’uomo e’ Abbas al-Baqir Abbass, membro del Takfir wal-Hijra, un gruppo estremista, originario dell’Egitto.

L’uomo nato nel 1967 era originario di Al-Dasis, nella parte nord di Al-Jazirah, era cosi’ attento alle regole della religione da picchiare la sorella accusata di infedelta’. Ha studiato economia a Tripoli, ma e’ stato costretto ad abbandonare gli studi,e  fuggire dalla Libia.

Durante la preghiera serale (21;00) l’uomo munito di armi inizia a sparare da una delle finestre della moschea, uccidendo subito 20 persone. Secondo i testimoni la sua intenzione era quella di uccidere solo gli uomini, lasciando illesa la parte della moschea dedicata al culto femminile.

La polizia una volta intervenuta, ha ripetutamente chiesto al killer di arrendersi, senza riuscirvi, fu ucciso dalla forze militari.

Il giorno seguente, il presidente Omar al-Bashir visito’ la moschea, pregando e porgendo le proprie condoglianze ai familiari delle vittime.

il 15 dicembre, furono arrestati piu’ di 65 membri del gruppo fondamentalista, accusato di essere l’organizzatore del massacro alla moschea

abbas_baqir_abbas_2

P.S: ho deciso di dedicarmi anche a questo tipo di informazione, poiche’ la criminologia mi e’ sempre piaciuta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...