La prima generazione giottesca in quanti alla ricchezza di documenti non e’ certo stata fortunata.

Maso di Banco, ne e’ un esempio, di lui non si sa nemmeno l’anno di nascita, gli unici documento che ci sono pervenuti riguardano un sequestro di alcune sue opere (Madonna col bambino e i Santi Giovanni e Francesco) a causa di un ritardo nell’esecuzione degli affreschi della Cappella Bardi di Vernio in Santa Croce.

images

Nel 1329, si reca in viaggio a Napoli al seguito di Giotto iniziando il suo curriculum artistico, gli vengono riconosciute con certezza la realizzazione di 11 teste dipinte negli sguanci delle finestre della Cappella Grande di Castelnuovo, affrescata nelle pareti da Giotto con “Storie del nuovo e vecchio testamento”

Come la data di nascita anche quella di morte e’ incerta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...