Dopo aver visto questo film, avevo già lei idee ben chiare, e una di queste è quella che definirlo Horror, forse è un po’ azzardato.

“The Sacrament” è un film prodotto nel 2013 scritto e diretto da Ti West, alcune scene, anzi quasi tutto il film viene visto secondo la prospettiva della lente di una telecamera ( un po’ stile “strega di Blair”), fondamentalmente è un documentario che vuole ricalcare il massacro di Jonestown (realmente accaduto), di cui farò un post più avanti.

Sam e Jack fanno parte di un’organizzazione giornalistica dal nome VICE, che decidono di seguire Patrick, un loro amico, che alcuni giorni prima è stato contatto dalla sorella, che da tempo fa parte di una comunità, isolata dal mondo esterno, per poterne ricavare uno scoop televisivo.

Per raggiungere il posto non vi è alcun mezzo se non un elicottero che ha degli orari precisi di arrivo e partenza, e che non può portare altre persone al di fuori dei visitatori.

Quando finalmente arrivano, intervistando varie persone tra cui Caroline, sorella, di Patrick, scoprono che è un posto completamente incontaminato, in cui non esiste nessun tipo di tecnologia, e che tutto ciò che vedono case, tavoli, sedie sono frutto della manovalanza delle persone che operano all’interno di questa comunità, al cui apice si trova “IL PADRE”

Sam lo stesso giorno, riesce ad ottenere un intervista dal capo comunità, che in realtà si chiama Charleston Anderson Reed, il quale a mente di non essere stato molto d’accordo con il loro arrivo, poiché l’intervista potrebbe minare la pace e l’equilibrio che la gente aveva costruito fino ad ora.

Tutta però questa gioia di vivere, la cordialità e le faccine felici degli adepti, nascondono un terribile segreto, da lì nessuno può scappare, pena torture o la morte.

Il “padre” non aveva tutti i torti ad aver timore di questi visatatori, poiché il giorno dopo alcuni degli abitanti decidono di lasciare la comunità, costringendo il patriarca ad una soluzione estrema.

Ordine a tutti di ingerire del veleno, perché da lì a breve, della gente armata avrebbe invaso la loro terra, costringendoli a morte dolorosa e violenta, con il suicidio avrebbero evitato tutto questo.

Così si compie il massacro, dove gli unici sopravvissuti sono Sam e Jake.

Questo film mi ha ricordato la seconda stagione di “The Following”, dove era presenta questa setta Karban, dedita alla spiritualità, ma che con l’arrivo di Joe Carroll si trasforma in una comunità di assassini depravati.

Un consiglio che do a tutti coloro che sono interessati alla visione di questo film è di far seguire poi su YouTube il vero documentario.

CONSIGLIATO: nì 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...