Milano – 21 aprile 2015

Ieri navigando su Facebook mi imbatto, nella pagina dello Zoo di 105, che pubblica un articolo su Chico Forti.

Ne avevo già sentito parlare, così mi sono informata meglio sul suo caso.

Più andavo avanti nella lettura degli articoli, più nella mia testa si proiettava l’immagine di Amanda Nnox.

Cosa c’entrano uno con l’altro? Apparentemente nulla, ma il fatto che se fosse stata condannata ,la signorina ,In Italia non sarebbe rientrata ,neanche a bombardare gli Stati Uniti, quest’uomo invece lo tengono li a fare le ragnatele!!!! L’Italia è proprio vero, che non solo nelle competizioni sportive e in Europa contiamo come uno “0”,ma anche in campo legislativo facciamo acqua da tutte le parti, e il nostro destino è quello di non essere mai cagati da nessuno.

Ma chi è Chico Forti????

Nasce a Trento, è un velista e produttore televisivo, e da 15 anni anche un assassino per la legge statunitense.

Si trasferisce negli USA nel 1992, dopo aver vinto una grossa somma di denero al programma televisivo Telemike.

Proprio lì, troverà anche la donna della sua vita Heather Crane, dalla quale avrà 3 figli.

Però non voglio iniziare subito a parlare del misfatto in cui è stato coinvolto, perché si da il caso che Chico Forti in Italia abbia fatto tante cose buone come ad esempio:

Con Robby Naish è tra i primi ad eseguire il “looping” (cioè un salto mortale all’indietro con la tavola da windsurf). 

Da abile sciatore, effettua una discesa dal Monte Bondone.

Disegna la prima rampa di salto per windsurf, che da la possibilità di allenarsi e gareggiare indoor.

Nel 1987 viene anche eletto “Atleta dell’anno” dal Club Albatros.

Dopo un brutto incidente automobilistico, che non gli permetterà di continuare la sua carriera agonistica, decide di iniziare l’attività di produttore di filmati che riguardano gli sport estremi, inoltre si dedica al giornalismo, scrivendo numerosi articoli su riviste specializzate nel settore del Windsurf.

Nel 1990 finalmente da vita alla casa di produzione “Hang Loose” trasmessa inizialmente su Super Channel e in un secondo momento su Espn.

La sua vita sembra essere perfetta, nonostante la costretta rinuncia agli sport estremi, ma nel febbraio del 1998 viene coinvolto in un omicidio.

Dale Pike, figlio di Anthony Pike, dal quale Chico stava acquistando un Hotel a Ibiza, viene trovato assassinato sulla spiaggia di Sewer Beach in Florida.

Viene accusato di aver ucciso, per insabbiare una truffa ai danni del padre, del ragazzo, accusa che non viene confermata, e per cui viene assolto, però nel 2000 viene confermato l’ergastolo senza “rilascio sulla parola”.

Molte personalità famose si sono prodigate per liberare Forti, Ferninando Imposimato (legale) e Roberta Bruzzone (criminologa) hanno presentato nel 2012 un report al Ministro degli Esteri Giulio Maria Terzi, anche il successivo Ministro, Emma Bonino, ha espresso l’interesse del Governo Italiano, sul caso forti

Dal mio punto di vista, e come detto precedentemente, rimasti tutti inascoltati, quindi confermo, che L’Itlia conta zero, il caso Marò è un’altra palese dimostrazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...